menu venerdì 27 novembre 2020
News

Patrizia Di Dio (CONFCOMMERCIO): “CONFERMATI I NOSTRI ALLARMI, OCCORRE FARE SISTEMA CON UN PIANO STRATEGICO CHE AFFRONTI PRESTO E BENE LA GRAVISSIMA SITUAZIONE ECONOMICA”

“La fotografia impietosa dell’economia siciliana arriva stavolta dalla Banca d’Italia attraverso il suo periodico aggiornamento congiunturale. Un’ulteriore conferma di quello che Confcommercio dice da mesi: la pandemia in Sicilia è stata una “circostanza aggravante” che si è innestata su una situazione già drammatica”.
E’ il commento di Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, all’aggiornamento congiunturale diffuso oggi dalla Banca d’Italia.
“Molte aziende sono state già condannate alla chiusura – prosegue la Di Dio -, gli ulteriori Dpcm di ottobre e novembre vedranno cadere sul campo altre migliaia di imprese che non riescono più a far fronte alla situazione. Se appena due mesi fa avevamo stimato una perdita solo in Sicilia di 5,6 miliardi (-8,2%), adesso – alla luce degli ultimi Dpcm – possiamo ritenere addirittura riduttiva quella già drammatica e insostenibile previsione. Occorre un piano strategico ben delineato, in cui venga spiegato chiaramente cosa si è fatto e cosa si sta facendo, a cominciare dai problemi organizzativi della sanità territoriale e ospedaliera. Bisogna intervenire presto e bene, con programmazione e coordinamento, facendo sistema con determinazione e facendo arrivare immediatamente gli aiuti a tutte le aziende che hanno cali significativi. Rabbia e disperazione stanno crescendo e non è più possibile sbagliare”.
NEWSLETTER

iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti da Confcommercio Imprese per l’Italia Palermo